Carnivalia

Carnivaling_lista_OK

Dolci carnevaleschi e decorazione maschere

Le fritole sono senza dubbio il dolce più famoso del Carnevale. Come i doughnuts, anche le fritole sono dei tipi più svariati, vuote o ripiene. La fritola tradizionale, la “veneziana”, è vuota ma ricca di uvetta e pinoli che ravvivano il gusto di un impasto già di per sé delizioso anche se molto sostanzioso, a cui dà il colpo di grazia lo zucchero dal quale vengono ricoperte dopo la frittura.

A seguire nella classifica della popolarità vengono i galani: sfoglie leggere fatte di uovo, farina, zucchero e burro, tagliate a strisce e fritte in olio bollente. Terminata la cottura vengono lasciati a riposare per asciugarsi e in seguito spolverati di zucchero a velo.

Le fritole e i galani cominciano ad apparire in pasticcerie, panifici e bar già nelle settimane precedenti il Carnevale, a volte anche con l’inizio del nuovo anno. E come per magia spariscono al termine dei festeggiamenti con la stessa rapidità con cui le dame e i signori imbellettati nei loro abiti settecenteschi spariscono da Piazza San Marco.

Quindi la regola fondamentale è una e sola: prendere al volo fritole e galani finchè ci sono o imparare a prepararli!

MA…Carnevale è molto di più…Carnevale a Venezia è sinonimo di maschere: quindi perché non provare a rilassarsi un po’ dipingendo una maschera dopo tutta questa fatica spesa a cucinare e mangiare?

Una professionista vi mostrerà come dipingere la vostra maschera, scegliendo tra vari modelli disponibili.

Il corso si svolgerà all’interno di un palazzo privato.

Partenza: ogni giorno su richiesta

Durata: 4 ore

'